Ferderico Garcia Lorca

lorca_poster_2.jpgFederico Garçia Lorça (III Parte)

di AtlantisLonely

….segue Nota biografica

1928

Esce a Granada il primo numero della rivista «gallo», ideata da Lorca e da altri artisti d’avanguardia con l’illusione di risvegliare la città dal suo torpore intellettuale:

il secondo e ultimo numero uscirà in aprile. In luglio pubblica il Romancero. gitano che gli dà un immediato successo, ma anche profonde amarezze a causa dell’incomprensione di coloro, persino di amici quali Dali e Bufluel, che lo accusano di essere un poeta tradizionalista e folkloristico. Lo assale una nuova crisi esistenziale e sentimentale, tanto da scrivere all’amico Gasch: «Sono interamente scosso e affranto da passioni che devo vincere». Si mette con impegno alla, stesura dell’ambiziosa Ode al Santissimo Sacramento dell’Altare, rischiando di incrinare la bella amicizia con l’ortodosso e severo Falla, al quale l’aveva dedicata. In ottobre, a Granada, pronuncia due delle sue conferenze più importanti: Immaginazione, ispirazione ed evasione e Sketch della pittura moderna. Dali se ne va a Parigi con Bufiuel: la loro amicizia è ormai definitivamente conclusa.

1929

Anno cruciale nella vita di Lorca, sconvolto da una profonda crisi sia interiore che di identità letteraria, poiché la «stupida fama» che aveva fatto seguito all’uscita del Romancero gitano stava creando incomprensioni e considerazioni riduttive nei confronti del suo essere poeta. Tuttavia, la sua attività creativa non conosce soste. A gennaio segue le prove per la messinscena del Don Perlimplino, che viene proibito e sequestrato dalla censura del dittatore Primo de Rivera, al potere dal 1923. A febbraio esce la seconda edizione di Canzoni e, poco più tardi, quella del Romancero gitano, a dimostrazione del fatto che la sua ascesa come poeta letto e amato dal pubblico è ormai irrefrenabile. In aprile Mariana Pineda viene finalmente rappresentata anche a Granada, che tributa al poeta e alla Xirgu un grande omaggio. Sempre più afflitto dalla crisi che lo attanaglia decide di lasciare per un anno la Spagna, convinto che il distacco gli gioverà. Verso la metà di giugno, in compagnia del suo ex-professore di Diritto Fernando de los Rios, parte alla volta di New York, imbarcandosi a Southampton dopo fugaci visite a Parigi, Oxford e Londra. Il 28 giugno si insedia alla Columbia University e s’immerge nella vita frenetica della città. A dicembre assiste al crollo della Borsa di Wall Street e segue di persona gli effetti della grande crisi economica. Lavora a progetti teatrali precedenti (Don Perlimplino e La calzolaia ammirevole) e inizia a scrivere due delle sue opere più importanti, entrambe uscite postume: Poeta a New York e il dramma Il pubblico. Lascerà, inoltre, una sceneggiatura per film surrealista, Viaggio alla luna.

1930

All’inizio di marzo si trasferisce a Cuba, dove darà una ventina di conferenze, fra cui Teoria e gioco del duende e Come canta una città da novembre a novembre. A metà giugno intraprende il viaggio di ritorno in Spagna, dove trova un clima politico radicalmente mutato. Caduto Primo de Rivera e assunto il potere dal debole generale Berenguer, tutti i partiti democratici si stanno preparando per dare vita a una nuova Repubblica. Termina la prima versione del Pubblico. Il 24 dicembre la Xirgu mette in scena al Teatro Espatìol di Madrid La calzolaia amm irevole.

1931

1114 aprile viene proclamata la lI Repubblica e Lorca partecipa alle manifestazioni popolari per le strade di Madrid. A maggio esce finalmente il Poema del cante jon. do, pronto da quasi dieci anni. Legge ad amici poesie del futuro Poeta a New York. A metà agosto termina la commedia Aspettiamo cinque anni. Inizia a scrivere le poesie che faranno parte del Divàn del Tamarit. Assiste a una proiezione privata del film di Buiiuel e Dali L’iige d’or. Verso la fine dell’anno inizia a parlare di un progetto di teatro ambulante, per il quale ha già persino il nome: La Barraca.

1932

Il Ministero della Pubblica Istruzione approva e sovvenziona il progetto della Barraca. Ormai raggiunta la celebrità, Lorca è invitato a dare conferenze poetiche in molte città spagnole: alla Residenza delle Signorine di Madrid presenta per la prima volta la sua conferenza-recitai su Poeta a New York, che ripeterà più volte sia in Spagna che in America Latina. A Salamanca conosce Miguel de Unamuno. 1110 luglio ha luogo il battesimo della Barra- Ca, le cui tournées si protrarranno fino ai 1935. La prima rappresentazione avviene a Burgo de Osma (Soria). Cinque giorni dopo, a San Juan del Duero (Soria), la recita dell’auto sacramental di Calderén La vita è sogno viene interrotta dall’aggressione di un gruppo di facinorosi monarchici. In agosto Lorca si ritira a Granada, dove scrive la tragedia Nozze di sangue. In ottobre riprende l’attività della Barraca con la trionfale rappresentazione madrilena alla presenza dei presidente della Repubblica, Calvo Sotelo, e di buona parte del Governo.

continua….

Ferderico Garcia Lorcaultima modifica: 2009-05-05T06:00:00+02:00da literary
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento